INFORMAZIONI

CREDITS

CONTATTI


RICERCA
ARCHIVIO
EVENTI
TEATRO
STAGIONE
BIGLIETTERIA ONLINE
- PROSA

TO BE OR NOT TO BE
DI MARIA LETIZIA COMPATANGELO

Un titolo molto indovinato, per una piéce che – come sottolinea Antonio Calenda, che ne cura la regia – offre una bella e struggente elegia del mondo dello spettacolo, un leggero e dolce apologo su quanto nella vita sia necessaria la poesia.
To be or not to be è la commedia che Maria Letizia Compatangelo ha elaborato sulla base del soggetto originale dell’autore ungherese Melchior Lengyel, divenuto nel 1942 un film di successo del grande Ernst Lubitsch (Vogliamo Vivere, il titolo della versione italiana), ripreso quarant’anni dopo da un altro genio della comicità, Mel Brooks.
La parabola teatrale italiana dello spettacolo inizia invece proprio da Trieste, con il progetto firmato dallo Stabile e – una curiosità – quasi contemporaneamente debutta a Broadway, diretto da Casey Nicholaw, che - fra le altre cose - ha curato le coreografie del famoso musical Spamalot. Antonio Calenda ha selezionato artisti di alta qualità per la nuova messinscena: i ruoli principali saranno sostenuti da due attori molto amati: il bravissimo Giuseppe Pambieri – che interpreta in modo brillante l’esuberanza e le fragilità artistiche di Ian Tura – e l’affascinante Daniela Mazzuccato che presta duttilità e talento a Maria Tura e la sua splendida voce alle canzoni dello spettacolo, firmate dal grande Nicola Piovani.
Ian e Maria sono i capocomici di una compagnia teatrale di Varsavia, intenti a provare uno testo non troppo velatamente antinazista.
È il 1939 e gli eventi precipitano: Varsavia è asservita a Hitler e la censura impedisce la messinscena.
Gli attori ripiegano su Amleto, ruolo che è il pallino di Ian ma che diventa presto il suo incubo: durante il lungo monologo di “To be or not to be” infatti Maria si fa raggiungere in camerino da uno spasimante…
Proprio grazie a lui, giovane ufficiale dell’aeronautica, il mondo evanescente degli attori diviene fondamentale per giocare una serie di tiri contro gli oppressori ed eliminare un importante capo nazista.
Commedia piena d’ironia e garbo, di battute irresistibili e intuizioni intelligenti che si susseguono a ritmo vorticoso, To be or not to be gioca con il continuo riflettersi della realtà della vita nella finzione del teatro e scrive, in termini leggeri e surreali, una dura satira contro il nazismo.


 
CAST
 
CAST TECNICO
REGIA ANTONIO CALENDA
AIUTO REGISTA ROBERTA TORCELLO
ASS.TE ALLA REGIA GIOIA BATTISTA
SCENE PIER PAOLO BISLERI
COSTUMI STEFANO NICOLAO
MUSICHE A CURA PASQUALE FILASTÒ
CANZONI NICOLA PIOVANI
LUCI NINO NAPOLETANO
SUONO CARLO TURETTA
CAST ARTISTICO
IAN TURA GIUSEPPE PAMBIERI
MARIA TURA DANIELA MAZZUCATO
ROWITCH STEFANO BEMBI
FABIO CECCARELLI
GREENBERG FRANCESCO BENEDETTO
HITLER/COL. HAUER CARLO FERRERI
SONIA ILARIA ZANETTI
I ATTOR GIOVANE RAFFAELE SINKOVIC
ATTORE COMPAGNIA LUIGI RIZZO
ATTORE COMPAGNIA PAOLO CARTAGO
ATTORE COMPAGNIA PAOLO DE PAOLIS
ATTORE COMPAGNIA ENNIO GRASSO
KRAKOV GIANFRANCO CANDIA
ANNA DANIELA DI BITONTO
TEN. D. SABINSKY JACOPO VENTURIERO
PROF. A. DRUGINSKY UMBERTO BERTOLANI
CAPITANO ROSS LUCIANO PASINI
COL. EHRHARD FULVIO FALZARANO
CAPITANO SCHULZ FRANCESCO GUSMITTA
TURNI
2 DICEMBRE 2009 21.00 TURNO A PROSA
3 DICEMBRE 2009 17.30 TURNO C PROSA
4 DICEMBRE 2009 21.00 TURNO B PROSA
5 DICEMBRE 2009 21.00 TURNO D PROSA
6 DICEMBRE 2009 17.30 TURNO E PROSA
MULTIMEDIA
FOTOGRAFIA: 3
VIDEO: 1 >>>
 
 
2002 © COPYRIGHT TEATRO DI MESSINA E.A.R. | MULTIMEDIA E GRAPHICS DESIGN | INVENTA SRL